Un trapianto autologo di cellule staminali del cordone ombelicale ha salvato Henrique dall’Anemia Aplastica Severa

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Ottobre 2019

Henrique risulta in remissione da anemia aplastica severa, dopo aver subito un trapianto di cellule staminali del sangue del suo cordone ombelicale. E’ la prima volta che un trapianto autologo di sangue cordonale viene usato per curare l’anemia aplastica severa in Portogallo. La madre di Henrique afferma: “Quattordici anni fa, quando ero incinta di Guilherme, un parente ci ha parlato della crioconservazione delle cellule staminali. Allora si stava cominciando a parlare di questa opzione in Portogallo, ma abbiamo trovato l’idea interessante principalmente perché la scienza si sta evolvendo così rapidamente e non sapevamo cosa ci riservasse il futuro. Era un’assicurazione sanitaria diversa. Quando nove anni dopo, nacque Henrique, decidemmo di conservare  anche il suo cordone ombelicale. Entrambe le gravidanze non hanno avuto problemi ed entrambi i ragazzi sono nati e cresciuti in salute, quindi nulla ci ha fatto prevedere la malattia di Henrique”. L’anemia aplastica severa è una malattia rara e che si verifica quando il midollo osseo del paziente non riesce a produrre abbastanza cellule ematiche, causando anemia, sanguinamento e infezioni. Il più delle volte, la causa è sconosciuta. Si sospetta che l’anemia aplastica possa essere scatenata quando il corpo reagisce in modo eccessivo a un’infezione e sviluppa un attacco autoimmune nei confronti del midollo osseo. Ci sono solo 2-7 casi di anemia aplastica per milione di persone in un anno. Quando si sviluppa l’anemia aplastica, l’unico modo per arrestare la malattia è ripristinare il sistema immunitario mediante un trapianto di cellule staminali. Henrique è un bambino come tanti altri a cui piacciono i dinosauri, i giochi di costruzione e i supereroi. Lo scorso inverno, quando Henrique si ammalò gravemente di anemia aplastica, fu ricoverato per la prima volta all’Ospedale Pediatrico Dona Estefânia di Lisbona. Successivamente è stato trasferito all’Instituto Português de Oncologia di Lisbona (IPO), dove è stato sottoposto a chemioterapia al fine di procedere con il trapianto autologo. Il sangue cordonale di Henrique era il decimo campione rilasciato dalla Banca di conservazione privata portoghese per il trattamento di un bambino portoghese. Il trapianto ha avuto luogo il 5 aprile 2019. In seguito al trapianto il numero dei globuli bianchi di Henrique e gli altri parametri ematologici hanno iniziato a riprendersi rapidamente. Henrique è stato dimesso dall’ospedale entro un mese dal trapianto ed è tuttora seguito dal team di medici dell’IPO e dell’Ospedale Pediatrico. I medici sono molto soddisfatti dell’evoluzione clinica di Henrique e considerano gratificante l’esito del suo trapianto.

Fonte:

https://parentsguidecordblood.org