COVID -19 e Staminali: lo stato della ricerca
Torniamo ad occuparci delle possibili terapie con cellule staminali che la comunità scientifica mondiale sta sperimentando per il trattamento di pazienti affetti da Covid19. Ad oggi le strategie di cura adoperate non sempre si sono rivelate efficaci, soprattutto per i pazienti in terapia intensiva, si sta cercando quindi di trovare una alternativa che possa fornire un maggior effetto antiinfiammatorio. La prima a sperimentare le cellule staminali è stata la Cina seguita da numerosi altri Paesi come Emirati Arabi, Stati Uniti, Italia etc. Il grande interesse verso queste cellule è principalmente dovuto al potere immunomodulatorio che possiedono e che consente di…
Individuato il “conservante” delle cellule staminali pluripotenti
E’ stato individuato il gene ZNF398 responsabile del mantenimento delle cellule staminali pluripotenti, agisce da “conservante” delle cellule staminali e può essere considerato una cartina tornasole del buon funzionamento delle cellule staminali pluripotenti indotte. Lo studio, durato 5 anni, condotto dal Team di ricerca del Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova, guidato dal Prof. Graziano Martello, in collaborazione con l’Università di Torino e finanziato dalla Fondazione Armenise Harvard, è stato pubblicato sulla rivista “Nature Communications”. La particolarità delle cellule staminali pluripotenti indotte (iPS), consiste nella capacità di dare origine a qualsiasi tipo di cellula. Le iPS si ottengono a…
Coronavirus: primi esiti positivi mediante il trattamento a base di cellule staminali
Il “South China Morning Post” riporta il caso di una donna cinese di 65 anni con una forma grave di Covid-19 che sarebbe migliorata dopo aver ricevuto una terapia a base di cellule staminali. La paziente ha lottato per la vita nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Baoshan di Kunming, la capitale della provincia dello Yunnan, nel sud-ovest della Cina, per quasi due settimane dopo aver contratto la malattia causata dal Coronavirus. Tuttavia, secondo un articolo pubblicato da un team di ricercatori dell’Università di Kunming, guidato da Hu Min, appena 4 giorni dopo aver ricevuto una prima infusione di cellule staminali…
Trapianto di cromosoma su cellule staminali umane
Ricercatori dell’Istituto di ricerca genetica e biomedica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irgb) e dell’IRCCS Humanitas hanno sperimentato una nuova tecnica per correggere nelle cellule staminali umane il difetto di una rara malattia genetica, la sindrome di Lesch-Nyhan, che provoca problemi neurologici e comportamentali. Come riportato sulla rivista internazionale "Molecular Therapy: Methods & Clinical Development”, i ricercatori hanno ottenuto per la prima volta cellule staminali pluripotenti indotte (iPS) in cui un cromosoma X affetto da una malattia genetica è stato sostituito con un altro sano. Diverse malattie genetiche sono state trattate mediante tecniche, come la CRISPR/Cas9, che consentono di intervenire…
Rigenerato con le staminali il polmone di un bimbo affetto da rara malattia degenerativa
Il polmone di un bambino di quasi 4 anni, affetto da una rara malattia respiratoria degenerativa, è stato rigenerato mediante l'infusione di cellule staminali mesenchimali. Il protocollo, già applicato sugli adulti, è stato ideato presso la Chirurgia Pediatrica dell'ospedale Buzzi di Milano. Grazie a questa terapia il piccolo può respirare autonomamente quasi tutto il giorno. Si tratta di un trattamento, applicato per la prima volta al mondo in ambito pediatrico, ancora in fase sperimentale, a breve verrà effettuato anche il secondo ciclo di trattamento. Il trattamento rientra tra le “terapie compassionevoli”, poiché ancora non approvato. Questo trattamento rappresenta una speranza…
Immunoterapia: Il Cordone Ombelicale una ricca fonte di cellule NK
Il sangue del cordone ombelicale, considerato una ricca fonte di cellule staminali ematopoietiche e mesenchimali, oggi risulta ancora più importante poiché rappresenta anche una fonte ottimale e sempre disponibile per l’immunoterapia nella lotta contro il tumore. La carenza di farmaci altamente efficaci in molte neoplasie ha promosso l’interesse scientifico nello sviluppo di strategie di trattamento alternative. Ad oggi, una delle strategie di cura più all'avanguardia nella lotta ai tumori è rappresentata dall'immunoterapia. Mediante l’immunoterapia cellulare è possibile utilizzare le cellule immunitarie come nuovo promettente strumento contro le neoplasie. Il nostro sistema immunitario ha un ruolo primario nel prevenire la diffusione…
World Cancer Day: il ruolo fondamentale della prevenzione
Si è celebrato il 4 febbraio 2020, il ventesimo compleanno della Giornata Mondiale Contro il Cancro. Dall'inizio del XXI secolo, la nostra comprensione delle malattie neoplastiche, ovvero centinaia di malattie accomunate da proliferazione cellulare incontrollata, ha fatto passi da gigante. Oggi questo enorme livello di comprensione e consapevolezza si traduce, in migliore prevenzione, diagnosi sempre più precoce e precisa, maggiore efficacia dei trattamenti e, in ultima analisi, in un numero sempre più alto di persone che sopravvivono alla malattia. In Italia, nel 2019, le nuove diagnosi di cancro sono state 371 mila. Rispetto al 2018, si è registrato un calo di…
Avviato il primo programma di accesso ampliato in Europa per i pazienti affetti da paralisi cerebrale
I piccoli pazienti affetti da paralisi cerebrale che con le rispettive famiglie vivono in Europa hanno la possibilità di essere inclusi nel programma di accesso ampliato per la terapia con cellule staminali del sangue cordonale. Il nuovo trial clinico con accesso ampliato è aperto ai bambini che hanno ricevuto una diagnosi di paralisi cerebrale e hanno crioconservato presso una biobanca privata il loro sangue cordonale. I pazienti che soddisfano questi requisiti possono ricevere la terapia autologa con le cellule staminali del sangue cordonale che verrà condotta presso l'Ospedale Pediatrico dell'Università di Lublino, in Polonia. Il fatto che il programma sia…
Osteoporosi: una frattura ogni tre secondi nel mondo
Il 20 ottobre si è celebrata la giornata mondiale dell’osteoporosi, conosciuta anche come “ladra silenziosa” poiché agisce silente, rubando progressivamente massa ossea fino a rendere l’osso estremamente fragile. Capita spesso che la si scopra solo in occasione di una frattura, cioè quando la patologia è già piuttosto evoluta. A esserne interessata è soprattutto la popolazione femminile, dopo la menopausa (la carenza di estrogeni condiziona in modo negativo il rimodellamento dell’osso). Una donna su tre e un uomo su cinque oltre i 50 anni vanno incontro una frattura correlata all’osteoporosi. Circa 200 milioni sono le persone colpite, con il risultato di…
Un trapianto autologo di cellule staminali del cordone ombelicale ha salvato Henrique dall’Anemia Aplastica Severa
Ottobre 2019 Henrique risulta in remissione da anemia aplastica severa, dopo aver subito un trapianto di cellule staminali del sangue del suo cordone ombelicale. E’ la prima volta che un trapianto autologo di sangue cordonale viene usato per curare l’anemia aplastica severa in Portogallo. La madre di Henrique afferma: “Quattordici anni fa, quando ero incinta di Guilherme, un parente ci ha parlato della crioconservazione delle cellule staminali. Allora si stava cominciando a parlare di questa opzione in Portogallo, ma abbiamo trovato l’idea interessante principalmente perché la scienza si sta evolvendo così rapidamente e non sapevamo cosa ci riservasse il futuro.…